Conoscere il proprio nemico: cosa sono le pulci?

Le pulci sono piccoli insetti parassiti che vivono del sangue dell’animale ospitante. Non volano, ma sono talmente agili da riuscire a saltare da un corpo a un altro. Soprattutto, possono rendere la vita di un cane o di un gatto un vero incubo, causando fortissimi pruriti e disagi.

Una pulce può introdursi in casa tua usando ignari animali o persone come veicolo. Poi, trovato un nuovo corpo ospite dove banchettare, lo renderà la sua casa, tanto da deporci le uova, che cadranno sui tappeti e tappezzerie nell’ambiente circostante. Da un uovo si svilupperà una larva e infine una nuova pulce. Le larve si insinuano nei tappeti o sotto di essi, nascondendosi in piccole fessure. Queste, poi, si sviluppano in pupe, e nel giro di massimo un anno (ma anche dopo solo qualche settimana, in base a vari fattori tra cui la temperatura), si svilupperà una pulce adulta.

Come capire se il tuo cane o gatto ha le pulci

Edgard in garden

Alcuni cani e gatti non saranno particolarmente disturbati dalla presenza delle pulci se il fastidio si limita a un leggero prurito verso la fascia più bassa della schiena e alla base della coda. Altri, invece, possono sviluppare forti reazioni cutanee dovute, talvolta, a una vera e propria allergia alle pulci (in particolare alla loro saliva). È importante tenere a mente che gli animali non particolarmente infastiditi dalle punture di questi parassiti possono comunque rappresentare grandi portatori di pulci per tutti gli altri tuoi animali. Per questo motivo è importante tenere sotto controllo tutti in casa, anche i quattro zampe che non mostrano alcun sintomo.

Se il tuo animale non è allergico alle pulci, può essere difficile notarne la presenza. Le pulci, in sé, sono molti difficili da vedere: evitano la luce e tendono a intrufolarsi il più velocemente possibile nei meandri più profondi del pelo del tuo cane. Il modo migliore per controllare se il tuo animale è infestato è pettinare il suo pelo con un pettine per pulci tenendo accanto un fazzoletto o della carta assorbente umidi. In questo modo smaschererai facilmente frammenti di feci di pulce, che diventano di un colore marrone-rossastro a contatto con l’umidità.

Come prevenire le pulci

La prevenzione è sempre preferibile al trattamento quando si tratta di pulci, quindi vale la pena adottare un approccio rigoroso nella protezione dei tuoi animali domestici e della tua casa. In fin dei conti, è decisamente più facile che dover debellare una popolazione ormai residente.

Il mercato offre una vasta gamma di prodotti per la prevenzione, tra cui collari e trattamenti topici da applicare sulla schiena. Una buona idea è quella di chiedere al tuo veterinario qual è il prodotto migliore per il tuo compagno a quattro zampe. È essenziale scegliere una pipetta o un collare che uccide le pulci entro 24 ore (il tempo necessario alla pulce per deporre nuove uova). Infatti, è sufficiente una singola puntura per scatenare reazioni in cani o gatti allergici - un’uccisione rapida dei loro indesiderati ospiti non può che aiutarli.

L’ambiente conta quanto il tuo animale

Edgard & Charlie in basket

Considerato che il 95% delle pulci vive altrove e non sull’animale in sé, è ugualmente importante curare la tua casa – in particolare le zone dove il tuo cane o il tuo gatto passano più tempo.
Assicurati di lavare la sua cuccia ad alte temperature e con regolarità, per liberarti anche delle uova più rigidamente annidate. Lo stesso vale per pezze o tappeti particolarmente cari al tuo animale, che vanno aspirati e lavati per bene.

Passare l’aspirapolvere è molto importante, perché le vibrazioni possono far fuoriuscire le larve, lasciandole alla mercé dello spray antiparassitario che viene usato quando è in corso un’infestazione. La battaglia contro le pulci dura tutto l’anno, quindi non abbassare mai la guardia… proteggi il tuo amico a quattro zampe sempre, anche durante i mesi più freddi! Le pulci preferiscono gli ambienti caldi ma, sfortunatamente, il riscaldamento casalingo offre una temperatura ideale per lo sviluppo delle larve.